1mo Giorno: Italia – Tehran 

Partenza dall`Italia con volo int. alla volta di Tehran. Arrivo all’ aeroporto internazionale " Imam Khomeini" che dista circa 50 km dalla città. Incontro con la guida di IRANIAN SEBT TOUR. Trasferimento in albergo. 

2ndo Giorno: Tehran - Ahwaz 

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Tehran, popolosa capitale (12 milioni di abitanti) dell’Iran moderno. Dopo il giro della città visiteremo: 

il Museo Nazionale dell’Iran, che ripercorre la storia dell’arte e della cultura iranica, attraverso reperti archeologici che vanno dal 6mila a.C. fino al periodo islamico. 

Il Museo del Vetro e della Ceramica, allestito in una elegante palazzina del periodo Qajar, museo nel museo, che ospita una preziosa collezione di vetri e ceramiche, dal II millennio a.C. alla nostra era. 

Il Museo dei Tappeti, inaugurato nel 1977, che in un’area di 3.400mq, espone più di 100 esemplari di rari tappeti provenienti da tutto il paese.Trasferimento in aeroporto Mehrabad. 

Partenza con il volo diretto ad Ahwaz. Arrivo, trasferimento e sistemazione in Hotel. 

3rzo Giorno: Ahwaz 

Partenza al mattino presto per Choga Zanbil, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO, dove si visiterà un tempio piramidale:lo Ziggurat. Proseguimento per l’area archeologica di Shush (Susa), che dista 45 chilometri. Visita di Shushtar con le sue interessanti macine ad acqua. Al termine delle visite rientro ad Ahwaz. 

4rto Giorno: Ahwaz – Shiraz 

Partenza per Shiraz (560 km). Durante il percorso sosta a Bishapur. Visita del Tempio di Anahita dea dell`acqua. Arrivo in serata a Shiraz, situata in una fertile valle a 1525 metri di altitudine, e sistemazione in Hotel. 

5nto Giorno: Shiraz 

Giornata dedicata ai grandi siti archeologici degli Achemenidi e dei Sasanidi. 

Persepolis, la città sacra fondata da Dario nel 524 a.C. per celebrare il 21 marzo la festa del Nouruz. 

Naghsh-e- Rostam, conserva le tombe rupestri dei grandi re Achemenidi, e i bassorrievi manifesto dei re Sasanidi. Si prosegue il viaggio con la visita al sito archeologico di Pasargade, dove Ciro il Grande valle la sua capitale. Visita all’austera Tomba di Ciro. Ritorno a Shiraz. Pernottamento in Hotel. 

6sto Giorno: Shiraz 

Prima colazione. La giornata è dedicata alla visita capitale del Fars. Nel 1760, Karim Khan Zand, la elesse capitale del suo breve regno, vi costruì la Cittadella, (Arg e Karim Khan), sua residenza privata, il delizioso padiglione ottagonale, dove riceveva gli ambasciatori stranieri. Il bel Bazar, unico in Iran per l’architettura in mattoni dipinti, cui un secolo dopo fu aggiunto il caravanserraglio Saray-e-Moshir. La Moschea Vakil. Ma Shiraz è anche la città dei grandi poeti, Sa’adi (1209-92) e Hafez (1310-90) che qui sono sepolti e onorati, e dei cui versi sono tuttora permeate la lingua e la cultura persiana. La Moschea Atigh, la più antica di Shiraz, la Madrasa del Khan. Visita della Moschea di Nassir-ol-Molk dell`800 . 

Uscita per la cena e dopo visita al Mausoleo di Shah-e Cheragh uno dei più venerati santuari sciiti. Cena. Pernottamento in albergo. 

7mo Giorno: Shiraz - Kerman 

Prima colazione. Partenza per Kerman ( Km.555), visitando il sito di Sarvestan di epoca sassanide del III sec.: esempio architettonico della cupola pre-Islamica. 

Visita ai laghi salati in un contesto panoramico. Si prosegue visitando la cittadina di Neyriz con la sua antichissima Moschea risalente all` XI sec.. Pernottamento in Hotel. 

8vo Giorno: Kerman 

La giornata è dedicata all’escursione a Mahan. Non mancheremo di visitare la Cittadella di Rayen, molto simile, per la sua architettura in terra cruda, alla terremotata Bam. Proseguiamo con la visita del Bagh-e-Shah-Zadeh, giardino del principe che in primavera si riempie di color 

Il Mausoleo di Shah Nematolah-e-Vali, venerato maestro sufi vissuto nel 1300 e fondatore dell’omonimo ordine dei dervisci. Ritorno a Kerman e pernottamento. 

9no Giorno: Kerman - Yazd 

Prima colazione ed inizio delle visite: la Moschea del Venerdì, il Bazar-e-Vakil, che ingloba una caratteristica Sala del Te` sotterranea e il delizioso Hammam-e-Ganj Ali Khan completamente decorato. Partenza alla volta di Yazd, (387 km). Nel tardo pomeriggio arrivo a Yazd. Pernottamento in albergo. 

10mo Giorno: Yazd 

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita della citta’, una delle più interessanti dell’Iran e antico centro 

Zoroastriano. Vedremo le Torri del Silenzio, dove venivano adagiati i corpi dei defunti e l’ Atash-Kadeh , in cui si conserva il fuoco sacro. La Moschea del Venerdi’, dal cui portale, pistach, si slanciano i due minareti più alti dell’Iran. Passeggeremo nella città vecchia, circondata da mura, fra raffinati esempi di case tradizionali. Vedremo il Museo dell’Acqua, dove saranno finalmenti apparenti i sistemi d’irrigazione sotterranei, qanat, che hanno reso fertili e coltivabili gli aridi terreni dell’altipiano. Il Mausoleo di Seyed Rokn – e - Din e l’antico Bazar. Pernottamento in albergo.

 

11mo Giorno: Yazd - Isfahan 

Prima colazione. Partenza per Isfahan (316 km). Durante il viaggio visiteremo la cittadina di Nayin, con la sua caratteristica bio-architettura. Qui vedremo la Moschea del Venerdì, una delle più antiche dell’Iran, e la vicina Casa-Museo, con pareti graffittate di rara bellezza, e il vecchio affascinante Bazar, ora in disuso. Lungo il tragitto ci fermeremo anche della cittadina di Meybod particolarmente interessante per un gruppo di edifici che esemplificano le grandi capacità costruttive degli architetti persiani: un Caravanserraglio, la Ghiacciaia e le Torri dei Piccioni. La ghiacciaia di Meybod risale al XVI secolo ed è stata realizzata interamente in mattoni crudi. Arrivo e pernottamento in Hotel. 

12mo Giorno: Isfahan 

Giornata dedicata alla visita d`Isfahan, la città che Shah Abbas I (1587-1629) , della dinastia Safavide , elesse a sua capitale, e che pianificò ed abbellì fino a farne la perla del rinascimento persiano. L’arte islamica, sia essa di ispirazione sacra o profana , raggiunge qui esiti insuperati. 

Si visitano tre importanti dei ponti sul fiume Zayandeh-Rud, il Ponte Sio Se Pol (o dell 33 arcate) e il Ponte Khaju 

(Pol-e-Kaju) e il ponte Shahrestan del periodo sassanide. L’importanza dei ponti di Esfahan non risiede solo nella loro splendida architettura, ma anche nella funzione pratica, sociale e di elevazione spirituale.. Meta di passeggiate la sera, quando l’aria impregnata di freschi vapori anticipava i piaceri del paradiso islamico. 

Una sosta alla Piazza Reale, oggi piazza dell’Imam, per riempirci di stupore e di magia Pernottamento in albergo. 

13mo Giorno: Isfahan -Kashan 

Prima colazione. Prosegue la visita della citta’. Il Padiglione Hasht Behesht (Otto paradisi), piccola meraviglia dell’architettura di corte. Il Palazzo delle 40 colonne o Chehel Sotun è il padiglione dove il re accordava le udienze. La straordinaria Moschea del Venerdi’ (Jame` Masjid) . Bellissimo il Mihrab di Olgiaito di epoca Ilkanide (XIV sec.), di squisita fattura. Nel pomeriggio partenza per la citta' desertica di Kashan. Arrivo e sistemazione in Hotel. 

14mo Giorno: Kashan – Tehran 

Kashan, città carovaniera ai margini del deserto del Dash –e Kavir. La città vecchia presenta ancora tutte le caratteristiche delle architetture del deserto, qui con una connotazione di grande splendore. 

Visiteremo due dimore, la splendida Khan-e Ameriha e la Khan-e Borujedi. 

La Moschea di Agha Bozorg ed il giardino Fin, disegnato per lo Shah Abbas I, dove l’acqua scorre limpida e i fusti di alberi sempre verdi si piegano dolcemente al più lieve alito di vento. 

Partenza alla volta di Tehran visitando nel viaggio con una breve sosta a Qom, seconda città religiosa dell’Iran. Visita dello splendido santuario Hezrat-e-Masumeh. Arrivo a Tehran e pernottamento in Hotel. 

15mo Giorno: Tehran - Italia 

Di primo mattino, trasferimento in aeroporto int. Imam Khomeini per il volo di ritorno per l`Italia 

  • Facebook Basic Black
  • Black Instagram Icon

Copyright © 2017 Iran Sebt Tor Operator (ISTO) Official Website. All rights reserved.